Italia Living History Group

L'associazione Italia Living History Group è apartitica e apolitica e non ha fini di esaltazione razziale di sorta.
Italia Living History Group
Italia Living History Groupmercoledì, Maggio 4th, 2022 at 4:41pm
Vi aspettiamo questo weekend a Novegro (Milano) per la 69a edizione di Militalia!
Italia Living History Group
Italia Living History Groupvenerdì, Aprile 22nd, 2022 at 8:28pm
Plotone del Battaglione Lupo incrociando una colonna tedesca della 26a Panzer Division durante i ripiegamenti dell'offensiva alleata di primavera (Operazione Grapeshot).Valle del Po fine aprile 1945.
🇬🇧 Platoon of the Lupo Battalion crossing a german column of the 26th Panzer Division during the retreats of the allied middle spring offensive (Operation Grapeshot). Po Valley end of April 1945.
Italia Living History Group
Italia Living History Groupvenerdì, Novembre 19th, 2021 at 11:45am
Il Battaglione Barbarigo fotografato mentre entra in linea ad Anzio a fine febbraio 1944 nel settore sud della linea. Posto allle dipendenze della 715a divisione fanteria tedesca, il battaglione è al fronte mentre è in corso la seconda controffensiva e sostò per breve tempo a Sermoneta. Dalla collina si potevano vedere le linee nemiche, pioveva, e il tempo rimase perturbato fino alla fine di marzo. Il terreno piatto e paludoso era percorso da un groviglio di canali , fossi di bonifica e irrigazione. La compagnia fu schierata su tratto alto del Canale M.ssolini oggi denominato Canale Italia,La 3a tra il fosso del Gorgolicino e la Strada Lunga, la 4a fino al margine delle paludi. La prima ad essere attaccata fu la 3a compagnia. Gli alleati (americani) impegnarono i marò con un attacco frontale, seguite da altre offensive dei contingenti canadesi.
Italia Living History Group
Italia Living History Group carico/a.sabato, Ottobre 30th, 2021 at 12:00pm
Eccoci nuovamente a Novegro "Miltalia"! (MI) con i nostri amici!
Oggi rappresentiamo San marco, Battaglione Barbarigo , Legione Straniera Indocina.
Italia Living History Group
Italia Living History Group carico/a.martedì, Ottobre 26th, 2021 at 8:26am
QUESTO WEEK END MILITALIA IS BACK! SAREMO PRESENTI IN FIERA CON IL NOSTRO STAND!!
Italia Living History Group
Italia Living History Groupvenerdì, Settembre 24th, 2021 at 5:46pm
La ricostruzione della Decima Flottiglia MAS:
Immediatamente dopo l'armistizio dell'8 settembre ,il comando di stanza nella caserma di La Spezia non si sbanda e messo in allarme attende ordini disciplinatamente evitando però di distruggere i piccoli mezzi navali all'ancora fuori della caserma .La Xª MAS, continuando a rimanere priva di ordini, mantenne l'attività nella caserma immutata per tutto il tempo mantenendo la bandiera italiana sul pennone. Il comandante Borghese apprende casualmente dell'armistizio in corso. Dopo aver cercato invano ordini da Roma , ed aver superato una gravissima crisi morale, decide che continuerà a combattere a fianco dell'alleato tedesco, e con i colori italiani.L'11 settembre radunò i marinai di stanza a La Spezia spiegando la situazione e dando il permesso di congedarsi a coloro che non se la fossero sentita di continuare la guerra. Quando la Kriegsmarine lo contatta, egli offre la propria alleanza alle sue condizioni e la ottiene con un trattato, siglato il 14 settembre, che permette alla Decima di continuare a combattere al fianco della Germania battendo bandiera italiana, con le proprie uniformi, con propria disciplina ed una relativa, ma ampia, autonomia. Questo ancora prima che si potesse pensare alla nascita di uno stato ufficiale quale la Repubblica Sociale Italiana. Borghese in quei primi giorni ha come obbiettivo la ricostruzione di un, seppur piccolo, reparto d'assalto capace con pochi mezzi, di essere nuovamente operativo .A La Spezia affluiscono sempre più numerosi volontari per arruolarsi. La fama della formazione, il suo desiderio di combattere e la pressoché totale apoliticità della unità ,fanno in modo che in poco tempo tutte le scuole per le varie specialità navali siano di nuovo attive. Intanto alla caserma arriva anche buona parte del battaglione Nuotatori Paracadutisti. I volontari giungono a ritmo serrato, e alla fine dell'ottobre 1943 nasce un primo battaglione di fanteria di marina, il Maestrale poi divenuto Barbarigo. Un mese dopo ne viene formato un secondo il Lupo. La Decima diventa così anche una forza terrestre iniziale di circa 20000 uomini.